HOMEPROGRAMMA ELETTORALE / Ladispoli Efficiente
  5. LADISPOLI EFFICIENTE
5.1 BILANCIO E PATRIMONIO

Il bilancio di un ente locale è, in primo luogo, lo specchio della credibilità di una amministrazione.
È in esso che si misura la capacità di saper programmare per raggiungere gli obiettivi indicati nell’interesse dei cittadini e delle cittadine.
L’azione amministrativa, nei cinque anni appena trascorsi, ha permesso di mettere ordine il bilancio comunale, mai così vicino al dissesto come nel 2017.
La riduzione della spesa inefficiente, la riorganizzazione dei servizi, gli interventi sull’evasione volontaria e la costante partecipazione ai bandi sovracomunali hanno, giorno dopo giorno, garantito quelle risorse fondamentali per realizzare opere pubbliche attese da tempo e, soprattutto, per rafforzare i servizi erogati alle categorie fragili. Nel prossimo mandato proseguiremo il percorso intrapreso nella stessa direzione.
La fine della consiliatura 2017-2022, l’inizio e il prosieguo della prossima si intrecciano con la grande sfida che gli enti locali sono chiamati a giocare sul versante del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
La partecipazione agli avvisi pubblici già aperti nei primi sei mesi dell’anno in corso potrebbe portare risorse per oltre quindici milioni di euro, a dimostrazione della capacità di progettare e di realizzare gli interventi nei diversi ambiti, dalla mitigazione del rischio idrogeologico al sociale, dalla scuola alla digitalizzazione, passando per l'efficientamento del servizio idrico integrato e la rigenerazione urbana.
Come la ricchezza di una famiglia si misura anche dalla abitazione, così la nostra città, nei cinque anni appena passati, ha visto accrescere il proprio patrimonio attraverso la realizzazione di opere, come il Palazzetto dello Sport, l’acquisizione o la messa in sicurezza di immobili, compresa la sede comunale e la biblioteca, l’avvio delle procedure per la riqualificazione di importanti siti, come il Castellaccio dei Monteroni e Torre Flavia, la restituzione ai cittadini di spazi verdi, ad iniziare dal Bosco di Palo.
Nella consiliatura 2022-2027 verranno portati a compimento i progetti iniziati, ai quali si aggiungeranno quelli finanziati con il PNRR.
Valuteremo, inoltre, la possibilità di acquisire/acquistare immobili che rivestono un'importanza strategica per accrescere il patrimonio pubblico e l'alienazione di proprietà comunali per ottenere risorse utili per realizzare infrastrutture e interventi di riqualificazione urbana.

5.2 LA MACCHINA AMMINISTRATIVA

La macchina amministrativa poggia su due pilastri, il primo dei quali è rappresentato dal personale dipendente.
L’obiettivo prioritario diventa quindi quello di rafforzare l’organico a disposizione, compreso quello della Polizia locale, favorendo la rapida sostituzione degli impiegati che nel frattempo lasciano il lavoro per andare in pensione e assicurando le professionalità necessarie per rispondere alle mutate esigenze dei cittadini e delle cittadine di ogni età.
La normativa vigente offre diverse opportunità per selezionare il personale. Tutti gli strumenti a disposizione, ad iniziare dalla previsione di concorsi pubblici, saranno utilizzati, avendo riguardo ad assicurare in ogni momento la massima trasparenza delle procedure.
Fondamentale, in un tale percorso, anche la valorizzazione economica delle risorse umane. L’altro grande pilastro su cui poggia la macchina amministrativa è dato dall’innovazione continua e dalla semplificazione nelle procedure.
Con risorse proprie, umane e finanziarie, la nostra amministrazione è già fortemente intervenuta sul versante della digitalizzazione, condizione necessaria per assicurare un più efficiente ed efficace collegamento fra il cittadino, l’impresa e l’operatore.
L'obiettivo dei prossimi cinque anni sarà quello di fornire ai cittadini ulteriori strumenti per interagire a distanza ed usufruire dei servizi comunali, riducendo in tempi di attesa e migliorando al contempo l'efficienza degli uffici.
I fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza permetteranno il definitivo salto di qualità, riducendo ancora di più la distanza fra l’amministrazione e i cittadini.

5.3 TRASPARENZA, LEGALIT​À E PARTECIPAZIONE

La normativa vigente prevede la pubblicazione sul sito istituzionale di tutti gli atti amministrativi, in un’ottica di trasparenza e di legalità. Ma la trasparenza e la legalità diventano prassi quotidiana laddove si intrecciano con la partecipazione dei cittadini e delle cittadine.
Quindi, ogni atto verrà pubblicato sul sito istituzionale, ma quelli che incidono in particolare su di un quartiere o su di una specifica categoria continueranno ad essere approfonditi con i diretti interessati, al fine rendere realmente partecipata l'azione amministrativa.
La partecipazione dei cittadini e delle cittadine ai lavori del Consiglio comunale sarà favorita, sia in presenza che da remoto, attraverso il collegamento radio, la diretta video sui social network e con l’interpretariato nella Lingua dei Segni.
Durante tutto l'arco del mandato proseguiremo con cadenza annuale gli incontri in tutti i quartieri della città, per verificare insieme ai residenti lo stato di attuazione del programma e per recepire segnalazioni e suggerimenti. 

5.4 FLAVIA SERVIZI

La qualità della macchina amministrativa si misura anche dal livello di efficienza della società partecipata Flavia Servizi.
La consiliatura 2017-2022 è stata dedicata alla messa in ordine del bilancio e al rafforzamento della dotazione organica.
Un percorso che proseguirà anche nel prossimo quinquennio, durante il quale verrà valorizzato l’impegno e la produttività del personale dipendente, centrale nella fornitura di servizi di qualità in settori nei quali il rapporto umano è decisivo.
In quest’ottica, Flavia Servizi continuerà ad operare avendo come obiettivo prioritario il perseguimento delle finalità sociali che sono alla base della nostra comunità.
Valuteremo inoltre la possibilità di stipulare con la società partecipata ulteriori contratti di servizio, in particolare nel settore delle manutenzioni del patrimonio comunale.