HOMEPROGRAMMA ELETTORALE / Ladispoli Sicura
 4. LADISPOLI SICURA
4.1 SICUREZZA

Uno dei settori in cui abbiamo inciso maggiormente nel corso del primo mandato è stato quello della pubblica sicurezza.
Con l'apertura del Commissariato di Polizia, resa possibile dalla cessione in comodato d'uso gratuito del locale di proprietà comunale di Via Vilnius, e la realizzazione nuova Caserma dei Carabinieri in via dei Narcisi, abbiamo dato una risposta concreta alla necessità di garantire una maggiore presenza delle Forze dell'ordine sul territorio.
Come Amministrazione Comunale continueremo ad impegnarci, collaborando con le autorità competenti, per contrastare i fenomeni delinquenziali e rendere i luoghi pubblici sempre più sicuri e fruibili per le famiglie di Ladispoli e per i turisti.

Le nostre proposte:

- Capillare estensione del sistema di videosorveglianza, con particolare attenzione ai punti più sensibili (aree verdi, luoghi di ritrovo di famiglie con i bambini, scuole ecc.) ed a tutti gli ingressi della città, compresi quelli dei quartieri di campagna;
- Creazione di sinergie tra le Forze dell’Ordine del territorio al fine di coordinare in maniera efficace le operazioni di pattugliamento della città;
- Incentivazione del cosiddetto “controllo del vicinato”;
- Valorizzare ulteriormente il ruolo delle associazioni che riuniscono gli ex appartenenti ai Corpi delle Forze armate, anche al fine di garantire una maggiore presenza in luoghi sensibili come scuole e centri di aggregazione;
- Incentivare e cofinanziare corsi di autodifesa per le donne, in collaborazione con le associazioni del territorio;
- Organizzare campagne di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale e sulla pericolosità del consumo di droghe e alcol, rivolte soprattutto ai giovani;
- Potenziamento dell'illuminazione pubblica nei punti critici e nei quartieri di campagna.

4.2 RIQUALIFICAZIONE DEI QUARTIERI

Parallelamente ai “grandi progetti” riteniamo fondamentale proseguire con gli interventi di riqualificazione in tutti i quartieri di Ladispoli.
Tale attività è infatti imprescindibile per migliorare la qualità della vita dei cittadini.
Nel corso del primo mandato abbiamo riqualificato numerosi parchi pubblici, asfaltato circa 30 km di strade e realizzato interventi di efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica. Nel secondo mandato continueremo a lavorare affinché la nostra città sia un luogo sempre più vivibile, a misura d'uomo e di bambino.
A tale scopo abbiamo individuato gli interventi che riteniamo prioritari, molti dei quali sono stati suggeriti direttamente dai cittadini che hanno collaborato alla stesura del programma di governo, che riportiamo di seguito.

Caere Vetus

- Manutenzione del manto stradale e dei marciapiedi;
- Riqualificazione impianto di illuminazione stradale;
- Realizzazione un ponte ciclo-pedonale tra via Cesare Battisti e l'area adiacente all'Ufficio postale e alla biblioteca comunale e creazione di passeggiate ciclopedonali sulle sponde del Vaccina;
- Adeguamento del ponte di Via Roma e di quello di Via Firenze alla viabilità ciclistica;
- Riqualificazione e ampliamento del lungomare Marco Polo (tratto Via Tirrenia - Via San Remo) e collegamento ciclopedonale tra Torre Flavia e la stazione ferroviaria;
- Riqualificazione delle aree verdi di Piazza Odescalchi e di Piazzale Nazario Sauro;
- Installazione di dissuasori di velocità nei punti critici;
- Mettere in sicurezza gli attraversamenti pedonali di Via Claudia.

Messico - Ghirlandaio - Palo Laziale

- Manutenzione del manto stradale e dei marciapiedi;
- Riqualificazione impianto di illuminazione stradale;
- Creazione di un parcheggio pubblico nel terreno sito in via Napoli angolo via Trapani;
- Riqualificazione di Piazza delle Rugiada;
- Installazione di dissuasori di velocità nei punti critici;
- Acquisizione al patrimonio e riqualificazione del parcheggio di Via del Tritone.

Cerreto - Campo Sportivo

- Manutenzione del manto stradale e dei marciapiedi;
- Riqualificazione impianto di illuminazione stradale;
- Realizzazione di un collegamento stradale tra viale Mediterraneo e la Statale Aurelia;
- Riqualificazione parchi giochi;
- Installazione di dissuasori di velocità nei punti critici;
- Metanizzazione del Cerreto: la metanizzazione del quartiere è legata al bando affidato al Comune di Civitavecchia che, in qualità di capofila, gestisce la procedura per conto di tutti i comuni del comprensorio.
Parallelamente, dopo aver chiuso il Consorzio Cerreto con una deliberazione di Consiglio Comunale ed essere subentrati nei rapporti in essere con il gestore della rete GPL, chiederemo a quest'ultimo di procedere alla metanizzazione, così come previsto nella convenzione sottoscritta con il Consorzio.

Quartieri di campagna

- Manutenzione del manto stradale;
- Implementazione dell'impianto di illuminazione stradale, specialmente in prossimità degli incroci più pericolosi;
- Integrazione della segnaletica orizzontale e verticale ove necessario;
- Creazione di ulteriori piazzole di sosta alle fermate degli autobus;
- Studio di fattibilità di piste ciclabili e vie pedonali, con particolare riferimento al viale di collegamento tra la via Aurelia ed il Castellaccio (via dei Monteroni);
- Potenziare le risorse per la manutenzione delle alberature e la pulizia di fossi e cunette;
- Installazione di dissuasori di velocità nei punti critici;
- Salvaguardia della vocazione rurale-agricola della zona;
- Studio di fattibilità per la realizzazione di uno svincolo in l’ingresso dalla Statale Aurelia al quartiere Olmetto;
- Restauro e funzionalizzazione del Castellaccio dei Monteroni: si procederà con il progetto di recupero finanziato attraverso l’aggiudicazione di un bando pubblico da oltre 3 milioni di euro. La struttura verrà resa agibile e destinata ad attività culturali ed eventi, in particolare quelli di promozione dei prodotti agricoli locali. Diverrà anche sede comunale per celebrazione di matrimoni ed eventi pubblici.
Tutta l’area verrà gestita in collaborazione con le realtà locali ed i comitati di quartiere.

Centro

- Manutenzione del manto stradale e dei marciapiedi;
- Riqualificazione impianto di illuminazione stradale;
- Riqualificazione del parco urbano di Via Firenze;
- Riqualificazione del mercato giornaliero;
- Riqualificazione della passeggiata “Nello Natali” in Via del Lavatore;
- Installazione di dissuasori di velocità nei punti critici;
- Realizzazione pista ciclabile di collegamento tra la stazione ferroviaria e Torre Flavia.

Miami

- Manutenzione del manto stradale e dei marciapiedi;
- Riqualificazione impianto di illuminazione stradale;
- Acquisizione al patrimonio e riqualificazione parchi giochi e aree verdi;
- Installazione di dissuasori di velocità nei punti critici.

Marina di San Nicola

- Realizzazione scuola media e nido per l'infanzia in Via Venere;
- Valorizzazione dell'area archeologica della Villa Romana di Pompeo.

4.3 SALUTE

L'emergenza sanitaria da Covid-19 ha messo ancora di più in evidenza la fragilità del servizio sanitario nazionale, che negli ultimi decenni ha subito tagli economici da parte di tutti i Governi che si sono succeduti alla guida del Paese.
C'era bisogno di un'inversione di tendenza e, finalmente, grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, è stato previsto un potenziamento dei presidi sanitari territoriali.
Per la nostra città è prevista la realizzazione di un “Ospedale di Comunità” e di una “Casa della Comunità”, che verranno realizzati all’interno del perimetro della Casa della Salute.
La Casa della Comunità consentirà di potenziare e riorganizzare i servizi offerti sul territorio migliorandone la qualità. Qui opereranno gruppi multidisciplinari di medici di medicina generale, pediatri, medici specialistici, infermieri e altri professionisti. Questa struttura, nella quale ci sarà un’integrazione tra i servizi sanitari e i servizi sociali comunali, sarà quindi un importante punto di riferimento per la popolazione, anche attraverso un’infrastruttura informatica e un punto prelievi.
L’Ospedale di Comunità, che sarà dotato di 20 posti letto, si pone invece come una struttura sanitaria della rete territoriale a ricovero breve, destinata a pazienti che necessitano di interventi sanitari a media/bassa intensità clinica e per degenze di breve durata. L’Ospedale di Comunità potrà anche facilitare la transizione dei pazienti dalle strutture ospedaliere per acuti al proprio domicilio, consentendo alle famiglie di avere il tempo necessario per adeguare l’ambiente domestico e renderlo più adatto alle esigenze di cura dei pazienti.
Come Amministrazione Comunale ci impegniamo quindi a garantire alla Asl Roma 4 tutto il supporto tecnico necessario per la realizzazione di queste strutture.
Solleciteremo inoltre la Asl ad attivare presso la Casa della Salute uno sportello dove i cittadini di Ladispoli possano recarsi per il disbrigo delle pratiche amministrative, senza doversi recare nella sede di Cerveteri.
In ambito sanitario il nostro obiettivo principale sarà quello di ottenere dalla Regione Lazio la realizzazione di un ospedale per il nostro distretto, per il quale ci impegniamo a mettere a disposizione gratuitamente un'area di proprietà comunale.